Ecco il nuovo progetto per la stagione 2021-22, che l’Associazione Finisterrae Teatri propone nel suo studio Pituit. Le attività sono tante e diversificate, allo stesso tempo sono unite da un unico filo rosso: lo sviluppo della sensorialità come guida dei processi vocali e corporei.  
Tra le novità, vi proponiamo gli Ascolti musicali, forme di concerto, da vivere come esperienze e momenti di ascolto di sé, attraverso la musica.
Proseguono le mattine di Funzionalità Vocale, per chi vuole prendersi cura della propria voce, e si dà l’avvio alla Funzionalità Corale.
I percorsi di narrazione e clown come strumento di relazione sono ancora in corso con tante iniziative che vi attendono a partire da quest’estate!
Improvvisazione vocale avrà, oltre al tradizionale corso mensile, due seminari intensivi, che permetteranno la partecipazione anche a persone che vivono lontane dalla città di Trento.
Canto sacro raddoppia, e per chi desidera l’appuntamento diverrà quindicinale!
Alfabeti musicali, per imparare a leggere la musica cantando, e Canto popolare vi aspettano con nuove proposte.
Se da un lato incentiviamo la nostra offerta, dall’altro diamo quest’anno la possibilità di iscriversi per un periodo più limitato. Tutte le proposte sono organizzate in due fasi, in modo da poter partecipare a entrambe o a una sola. 
Veniamo così incontro alla precarietà di questo tempo, senza smettere di cantare, sognare, vivere, ma evitando programmi a lunga scadenza.
Prosegue anche la nostra cura del territorio, con particolare riferimento al progetto di riqualificazione del giardino Langer, iniziato nel 2015, con la piantumazione del kaki di Nagasaki, il Biblioarc per il bookcrossing e le diverse iniziative che durante l’anno ci permettono di vivere il parco e portare lì ciò che nasce nello scrigno dello Studio Pituit.  Per questo torniamo a proporre il laboratorio di fotografia: osservare, abitare, raccontare un luogo, come ponte tra il fuori e il dentro, dallo studio al parco del Salé, e dal parco nuovamente allo studio. 
Perché questa è l’arte. Un cammino verso…
Vi aspettiamo.
Numerosi, gioiosi, fiduciosi.
Grazie.

Camilla da Vico