Cos’è la Funzionalità Vocale? Come funziona la voce? Quali sono le strade per conoscerla e svilupparla?

La Funzionalità Vocale è una pedagogia che, partendo da una profonda conoscenza della voce e del corpo, traccia strade per lo sviluppo vocale, che rispettino il linguaggio del suono e degli organi fonatori.

I due pilastri della funzionalità vocale sono la diminuzione della pressione e l’elevazione delle frequenze, in altre parole: Orientarsi verso un suono più ricco, diminuendo lo sforzo.

Spesso, quella che consideriamo la “nostra voce”, è il risultato di tensioni, blocchi e limiti ai quali siamo abituati, se non affezionati.

Qual è davvero la nostra voce? Quanto uso del potenziale vocale che mi è stato dato?

Lo sviluppo del suono non può avvenire senza prendere in considerazione il corpo.

Quale relazione c’è tra il corpo e la voce?

Questo è forse uno dei punti più affascinanti della Funzionalità Vocale. Non è infatti solo il corpo che fa la voce, ma è la voce che fa il corpo, cioè il suono influisce sullo stato del corpo ed è in grado di portare equilibrio e benessere.  Per questo cantando, ci facciamo del bene.

L’associazione Finisterrae Teatri, nello Studio Pituit a Trento, propone mattine di conoscenza della propria voce attraverso la pedagogia della Funzionalità Vocale il primo sabato del mese, da febbraio a dicembre (esclusi luglio e agosto) e lezioni individuali su appuntamento.


PROGRAMMA 2022 – La mandibola: interruttore generale

Attraverso lezioni collettive e individuali, verranno offerti stimoli per sviluppare il suono, diminuendo la fatica e aumentando il benessere.
Nei primi 5 appuntamenti del 2022 prenderemo in considerazione un organo cruciale per la voce, sia cantata che parlata: la mandibola. Da ostacolo, ricettacolo di tensioni e morse, la mandibola può divenire un vero e proprio “interruttore generale”, attivando e coordinando anche altri organi del tratto vocale.

– la mandibola, interruttore generale
– le funzioni della mandibola
– lingua e articolazione
– relazione tra mandibola e mascella
– gravità terrestre e gravità celeste

Gli incontri sono aperti a cantanti, attori, insegnanti, ma anche a tutti coloro che desiderano migliorare la propria vocalità.

Giorni e orari: il primo sabato mattina del mese dalle 9.00 alle 13.00 (5 Febbraio con Elisa Amistadi, 5 Marzo con Camilla da Vico, 2 Aprile con Camilla da Vico, 7 Maggio con Elisa Amistadi, 4 Giugno con Maria Silvia Roveri.
Costo: 50€ a incontro (5 incontri 225€) più 15 € quota associativa.
Iscrizioni: info@pituit.it / 392 7719702 o 333 9730700.
Massimo 8 persone.

 


 

Elisa Amistadi: Mi avvicino alla musica sin da piccola, frequentando corsi di chitarra, pianoforte e vocalità. Al canto moderno in particolare dedico il resto del mio percorso, affrontando al contempo studi musicali di indirizzo jazzistico. Nel 2012 incontro la meraviglia della Funzionalità vocale. Nel 2016, sotto la guida di Maria Silvia Roveri, Camilla Da Vico e Tarcisio Tovazzi concludo la Formazione personale e nel 2018 la Formazione pedagogica per insegnanti di Funzionalità vocale. Ho cantato in molte formazioni e progetti originali, collaborato ad incisioni, partecipato a spettacoli multimediali per la regia di Paolo Fanini. Ho scritto canzoni: hanno ricevuto riconoscimenti e ne ho fatto un disco nel 2012, “La Rivoluzione degli alberi”.  Dal 2002 insegno canto presso scuole musicali e associazioni trentine. Insieme a Fannj Oliva, Nadia Paissan, Luna Pauselli e Serena Ziglio sono socia fondatrice dell’Associazione culturale Galasso 13.
Ha pubblicato numerosi articoli di funzionalità vocale e ha collaborato alla pubblicazione dei volumi “La laringe umana” e “Il tratto vocale”.

Maria Silvia Roveri: Diplomatasi in Musica Corale e Direzione di Coro al Conservatorio di Padova, dal 1988 si dedica allo studio della voce presso l’Istituto di Lichtenberg, dove collabora alla traduzione del libro di Gisela Rohmert “Il cantante in cammino verso il suono” e, nel 1994, diviene insegnante del Metodo Funzionale della Voce. Nel 1989 è fondatrice a Belluno del Gruppo vocale NOVA CANTICA e, nel 1991, del Centro Studi Vocali NOVA CANTICA, scuola di canto per bambini, giovani e adulti.
Ha tenuto corsi, seminari e conferenze di vocalità e pedagogia del canto in tutta Italia, ospite di convegni, conservatori, scuole pubbliche e private, accademie teatrali.
Ha svolto un’intensa attività concertistica sia come direttore, sia come cantante, registrando alcuni CD di musica sacra medioevale.
Già docente di canto gregoriano e musica sacra presso il Seminario Diocesano di Belluno, attualmente dirige il Centro di Formazione Vocale e il coro “Voce Mea” a S. Giustina (Belluno), fondati nel 1997.
Ha pubblicato numerosi articoli di funzionalità vocale e ha collaborato alla pubblicazione dei volumi “La laringe umana” e “Il tratto vocale”.

Camilla da Vico: Laureata in filosofia, si è dedicata al teatro, alla vocalità e alla relazione, con particolare cura dell’infanzia e delle fasce marginali. Dal 1999 collabora con Finisterrae Teatri, partecipando come attrice alle numerose produzioni. Approfondisce lo studio della vocalità presso il Roy Hart Center (Francia) e il Centro di Formazione Vocale Voce Mea (Belluno), dove ora insegna stabilmente. Ha collaborato anche con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, il MuSe, il Comune e la Provincia Autonoma di Trento. Dal 2015 segue la direzione artistica di Pituit Studio d’Arti, tiene corsi di aggiornamento per educatori e insegnanti, collabora come docente presso scuole di teatro, associazioni e altre realtà che desiderano approfondire la conoscenza della voce.

FUNZIONALITA’ VOCALE (febbraio – giugno 2022)